A Stresa si stacca cabina della funivia, 14 morti. Morto anche uno dei due bimbi gravi

Tragico incidente sul Mottarone. Continua a lottare tra la vita e la morte, anche se ancora grave, il bambino unico sopravvissuto

Il Soccorso Alpino e Speleologico Piemontese è intervenuto ieri dalle 12,30 circa sul Mottarone, nella zona intorno a Stresa (Vb) dove si è staccata la cabina della funivia a circa un centinaio di metri dalla stazione di arrivo, a 1492 metri di quota. Il tecnico del Soccorso Alpino e Speleologico Piemontese nella Centrale Operativa del 118 piemontese in stretto coordinamento con il personale sanitario ha inviato sul luogo due elicotteri del Servizio Regionale di Elisoccorso dalle basi di Borgosesia e Alessandria, mentre l’elicottero 118 della base di Torino è stato inviato a Borgosesia e mantenuto in stand by. Inviate sul posto anche le squadre a terra. In seguito alla caduta della cabina della funivia sono state 13 le vittime, morte sul colpo, mentre 2 minorenni sono stati elitrasportati a bordo di due eliambulanze in codice rosso all’ospedale Regina Margherita di Torino. Da quanto si è appreso il primo bambino, di 5 anni, è arrivato in ospedale cosciente riportando un politrauma cranio, toraco-addominale e fratture agli arti inferiori per cui è stato operato d’urgenza per la stabilizzazione. Resta ancora grave, anche se stabile in rianimazione, dove ha trascorso la notte sedato e intubato. Il secondo, anche di 5 anni e arrivato in condizioni molto critiche, è stato prima rianimato poi ricoverato in rianimazione, ma il quadro gravissimo non gli ha lasciato scampo ed è deceduto nella serata di ieri. Insieme  alle squadre del Soccorso Alpino e Speleologico sono intervenuti sull’incidente i Carabinieri, il Soccorso Alpino della Guardia di Finanza, i Vigili del Fuoco e la Protezione Civile.

Siamo sconvolti per l’incidente avvenuto oggi sulla funivia Stresa-Mottarone. Ci stringiamo forte alle famiglie delle vittime e preghiamo per i due bambini feriti con ogni speranza possibile nel cuore. È una tragedia enorme che ci toglie il fiato. La Protezione civile regionale è sul posto per aiutare i soccorsi e dare tutto il proprio sostegno”. Queste le parole di ieri del presidente della Regione Piemonte Alberto Cirio, mentre stava raggiungendo Stresa con il vice presidente Fabio Carosso e l’assessore ai Trasporti e alla Protezione Civile Marco Gabusi.

Da una prima ricostruzione del tragico incidente avrebbe ceduto una fune nella parte più alta del percorso di risalita.

L’intera area è stata messa sotto sequestro e la Procura di Verbania ha aperto l’inchiesta per omicidio colposo plurimo e lesioni colpose.

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su email
Email
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Tavola disegno 1

Copyright © 2021

Media Service Italia

SEO Torino & Web Design by Media Service Italia.