Acquaponica nel bene confiscato alle mafie (VIDEO)

Fu il primo in provincia di Alessandria e grazie al Comune di Bosco Marengo e all’associazione Libera ha trovato un nuovo utilizzo

Il primo bene confiscato alle mafie in provincia di Alessandria ha trovato una sua destinazione. Grazie al Comune di Bosco Marengo e all’associazione Libera, il bene, che si trova in una piccola frazione che si chiama Donna, è stato infatti destinato ad una coltivazione sperimentale di ortaggi, che sfrutta il meccanismo dell’acquaponica. Vediamo di cosa si tratta.

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su email
Email
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Tavola disegno 1

Copyright © 2021

Media Service Italia

SEO Torino & Web Design by Media Service Italia.