Gabiano, tragedia in famiglia

Figlio uccide la madre e poi si costituisce. È accaduto ieri nel pomeriggio

Alla tragedia familiare di Canelli di ieri, purtroppo, se n’è aggiunta un’altra. Un altro tragico epilogo di una lite in famiglia. Nella serata di ieri, i Carabinieri della Compagnia di Casale Monferrato hanno arrestato per omicidio un ragazzo di 25 anni, incensurato, che al culmine di una lite avvenuta nel primo pomeriggio nella sua abitazione e scaturita da crisi depressive, avrebbe accoltellato alla gola la propria madre convivente, di 53 anni. L’uomo avrebbe poi tentato di occultare il cadavere chiudendolo in un grande sacco nero per rifiuti, lasciandolo a terra nella cucina di casa, e si è poi recato dai Carabinieri per costituirsi. Il medico legale, intervenuto sul posto insieme al PM di turno della Procura della Repubblica di Vercelli, ha poi constatato le coltellate inferte alla donna. I rilievi, eseguiti a cura della SIS di Alessandria, hanno permesso di trovare e sequestrare sulla scena del crimine un coltello da cucina ad anima liscia con lama di circa 30 cm, verosimilmente utilizzato dal giovane per commettere l’omicidio. Non risultano precedenti denunce per maltrattamenti tra i familiari né interventi per liti. L’appartamento è stato posto in sequestro. L’uomo, trovato con i vestiti sporchi di sangue, è stato poi arrestato dai Carabinieri e portato al carcere di Vercelli in attesa dell’udienza di convalida del GIP. L’autorità giudiziaria ha disposto sul corpo della donna l’esame autoptico che verrà effettuato nei prossimi giorni.

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su email
Email
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Tavola disegno 1
Copyright © 2022 Media Service Italia SEO Torino & Web Design by Media Service Italia. Hosted by Media Hosting Italia